La Nuova Bellinzona delle opportunità


Il 2 e 3 aprile sapremo quali politici guideranno la Nuova Bellinzona. In campagna elettorale si sente di tutto e di più: proclami e promesse. Ma qual è il rischio che si potrebbe correre? Quello di una Nuova Bellinzona a due velocità o meglio a “svariate” velocità. 

Si sente dire che il nuovo agglomerato dovrà essere dinamico, dovrà riacquistare importanza e centralità rispetto ad altri poli del Cantone; e su questo non si discute.. stiamo parlando della capitale. Si dovrà quindi agire sui piani regolatori, si dovrà fare in modo che i servizi ai cittadini siano diffusi sul territorio secondo precise necessità e non per clientelismo, si dovranno spoliticizzare le rappresentanze dei quartieri. Si dovrà fare in modo, insomma, di prendere decisioni nell’esclusivo interesse dei cittadini, delle aziende e dell’ambiente; per esempio gli interessi dei giovani, degli anziani e delle persone più in difficoltà, prevedendo iniziative che possano incentivare il lavoro e la socialità. Si dovrà mettere mano al piano del traffico, migliorando trasporti pubblici e parcheggi. Si dovranno, in sintesi, prevedere condizioni quadro affinché la Nuova Bellinzona sia davvero una bella città dove sarà bello vivere… per tutti e non solo per pochi, e dove sarà possibile uno sviluppo socio-economico a misuro d’uomo. 

Ma se si vuole la Nuova Bellinzona delle “opportunità”, occorrerà anche che i futuri amministratori aiutino le piccole e medie imprese, e quindi anche i commercianti e gli esercenti, tessuto vivo di un territorio che può dare molto in fatto di turismo. Imposte, tasse, balzelli tutti da rivedere. 

E piccola aggiunta. I futuri “eletti” abbiano anche il coraggio di prendere posizioni “scomode”, provando a cambiare leggi e regolamenti per dimostrare - per esempio - che anche nel Bellinzonese oltre che vivere ci si può divertire: in modo “sano”, rispettando i diritti altrui, ma tornando finalmente a far rivivere una città che ha bisogno di poter ogni tanto valorizzare la sua parte ricreativa. Senza inutili bavagli!


Alessandro Pesce
Consigliere comunale uscente
Lista n°2 per il Consiglio comunale, candidato n° 14


PPD

PPD Ticino, 5 Viale Portone, Bellinzona, TI, 6500, Switzerland